psicologi-responsabilita-sociale

Art. 1. Denominazione e Sede

È costituita, l’Associazione Italiana Scientifico – Professionale denominata “Psicologi per la Responsabilità Sociale“. La sede è in Napoli in Via Belisario Corenzio, 10. L’indirizzo può essere modificato, nell’ambito dello stesso comune, con una delibera del Consiglio Direttivo e ratificata dell’Assemblea dei Soci, senza che il cambiamento costituisca modifica del presente Statuto.
L’associazione è impegnata a promuovere, giustizia sociale, cultura della pace dell’equità sociale, della cittadinanza e della pacifica convivenza tra tutte le persone. Nonché il sostegno il soccorso e l’intervento professionale alle comunità e ai singoli cittadini colpiti da eventi traumatici.

 

Art.2. Finalità

l’Associazione è costituita prevalentemente da psicologi, operatori sociali e dell’educazione, ed ha lo scopo di:

promuovere, giustizia sociale, una cultura dell’equità e della pacifica convivenza tra tutte le persone, utilizzando le conoscenze psicologiche, pedagogiche e psicosociali.

Gli obiettivi specifici sono
* promuovere tutte le attività culturali, professionali, di ricerca e divulgazione per

la promozione della giustizia sociale della solidarietà e della cittadinanza. supporto e assistenza ai cittadini e alle Istituzioni nelle emergenze;

* promuovere la crescita della persona e del cittadino favorendo nelle future generazioni lo sviluppo di una coscienza etica e civile;

* realizzare campagne nazionali, internazionali e/o locali di prevenzione e informazione socio educative, nel campo della psicologia della pace, dell’equità sociale e della sicurezza stradale, destinate alla circuitazione didattica nelle scuole e/o a quella pubblica attraverso i media;

* promuovere la cultura della legalità, della cittadinanza, della solidarietà della tutela dell’ambiente e della salute, basata sui principi della Costituzione Italiana;
* collaborare con Istituti di ricerca, Università e Scuole di Psicologia e Psicoterapia. Nonché con Associazioni ed Enti sia Nazionali che Comunitari impegnati sugli stessi obiettivi. Con tali organismi l’Associazione potrà stipulare convenzioni, consorzi ed ogni utile collaborazione;
* promuovere attività di formazione e didattica ad operatori sociali sui temi della pace, dell’emergenza, della democrazia partecipata, della cittadinanza, della sicurezza, della tolleranza e solidarietà sociale;

* promuovere studi, azioni e ricerche sulla qualità della vita in relazione alla integrazione sociale ed interetnica favorendo la partecipazione e l’impegno civile;

* promuovere la formazione professionale e scientifica degli psicologi e dei tirocinanti nelle discipline psicologiche ed umanistiche (ex DM 239/92);

* promuovere tutte le attività necessarie a garantire supporto e assistenza ai cittadini nelle emergenze, naturali, politiche e sociali.

 

Art. 3 Patrimonio

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dalle quote dei soci, dai contributi pubblici e privati, da eventuali sovvenzioni e donazioni, dai proventi delle iniziative promosse dalla Associazione stessa.

 

Art. 4 Soci

L’associazione è costituita da Soci ordinari, e soci onorari. Sono soci ordinari per diritto i soci fondatori e quanti, (studenti, laureati, professionisti e studiosi delle discipline psicosociali), che dopo averne fatta richiesta al Consiglio Direttivo, ne abbiano ottenuta qualifica. Tutti i soci possono partecipare alle riunioni dell’Assemblea Ordinaria con diritto di voto:

* L’assemblea su proposta del Consiglio Direttivo, nomina persone fisiche, enti, istituzioni e associazioni membri onorari.

* Nessun associato può agire in nome e per conto dell’Associazione senza preventiva autorizzazione, che deve essere conferita dal Consiglio Direttivo.

* Tutti i soci sono tenuti al pagamento della quota associativa annuale, pena la decadenza.

 

Art. 5 Organi

Gli organi sociali sono: L’assemblea dei Soci, Il Consiglio Direttivo, il Presidente

 

Art. 6 L’Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei soci è convocata almeno una volta ogni quattro anni, di norma in occasione del Congresso. Il Presidente convoca mediante preavviso di quindici giorni, con comunicazione ai soci attraverso una e-mail, dell’ordine del giorno. In caso di motivata urgenza il termine può essere ridotto a sette giorni. L’Assemblea è valida in prima convocazione con la presenza di oltre la metà degli associati, ed in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti regolarmente iscritti ed in regola con le quote sociali. La seconda convocazione può avvenire anche nello stesso giorno della prima, decorsa almeno mezz’ora da quella fissata per quest’ultima.

Ogni socio può farsi rappresentare in Assemblea da un altro Socio per mezzo di delega. Con tale mezzo ogni Socio non può rappresentare più di un altro Socio. Le deliberazioni dell’Assemblea sono vincolanti per tutti i Soci. L’Assemblea è presieduta dal Presidente o dal componente più anziano del CD. Il segretario dell’Assemblea è quello del CD.

 

Art.7 Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo ha i compiti di ordinaria e straordinaria amministrazione dell’Associazione ed è formato dal Presidente, dal Tesoriere e dal Segretario. Viene eletto ogni quattro anni dall’Assemblea dei Soci. All’atto della costituzione dell’Associazione i componenti del CD sono i primi soci fondatori elencati nell’atto costitutivo, con le cariche ivi indicate. Il CD si raduna su convocazione del Presidente almeno ogni quattro mesi, nonché ogni volta che due dei suoi membri lo richiedano. Il CD delibera a maggioranza dei suoi membri. Non sono ammesse deleghe. Le deliberazioni sono registrate dal Segretario. È demandata al CD la formulazione e ogni successiva modifica del regolamento dell’Associazione, esecutivo sino ratifica dell’Assemblea, che resta in ogni caso sovrana.

Il Tesoriere tiene conto regolare di tutte le entrate e uscite dell’Associazione. Annualmente il Tesoriere presenta il bilancio consuntivo e preventivo al Consiglio Direttivo. Ed ogni quattro anni all’Assemblea dei Soci.

 

Art.8 Presidente

Il presidente rappresenta l’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio. A lui compete la firma sociale. Sovrintende alle attività sociali e da esecuzione alle Delibere del CD compiendo tutti gli atti di ordinaria Amministrazione

 

Art. 9 Scioglimento

Lo scioglimento della Associazione può essere deliberato da una Assemblea convocata specificamente per questo scopo. La decisione deve essere assunta dalla maggioranza dei due terzi dei soci. In caso di scioglimento, l’Assemblea nomina uno o più commissari incaricati della liquidazione dei beni, in conformità della Legge.

 

Art. 10

Per quanto non previsto nel presente Statuto, valgono le disposizioni del Codice Civile.