Da quarant’anni sono un attivista! Ho iniziato in parrocchia, poi a scuola nel movimento studentesco e da allora in un modo o in un altro sono sempre stato attivo nel coltivare progetti, speranze… sogni di cambiamento.

La politica, quella dei partiti, non mi piace e non la sento nelle mie corde. Quello che mi coinvolge sul piano cognitivo ed emotivo è invece la politica nel gruppo di appartenenza. Lo spirito della colleganza attiva i miei neuroni migliori e le mie emozioni più vive.
Rendere la professione di psicologo più visibile, apprezzata e socialmente considerata è il progetto-sogno che con tanti colleghi “psicologi della responsabilità sociale” stiamo coltivando e che impegna l’energia e il tempo della mia vita.

Questa è un epoca, soprattutto nel nostro Paese, che spinge gli idealisti a chiudersi in nicchie dove è possibile lavorare con maggiore serenità e buone relazioni ed invece gli opportunisti, che non temono violenza e aggressività, ad occupare lo spazio lasciato vuoto soprattutto nella cosa pubblica.
Questo blog vuole raccogliere le energie belle e positive dei tanti idealisti e pensatori che incontro per l’Italia, che scoraggiati dall’assenza di interlocutori, si sono rintanati nelle sole attività professionali. Progettiamo insieme il futuro della nostra professione, ragioniamo sullo sviluppo della psicologia e della psicoterapia e della loro rappresentazione sociale.

Questo blog nasce per far circolare in rete il pensiero forte e creativo di una professione bellissima e di quelli che la praticano, con competenza, passione, rispetto.


Condividi l'articolo
Facebooktwitterlinkedin